Intervista ad Alessandra Rinaudo, la stilista delle spose

Intervista ad Alessandra Rinaudo, la stilista delle spose

Stilista delle spose: il mondo di Alessandra Rinaudo

Una donna, una mamma, un’imprenditrice: Alessandra Rinaudo, direttrice creativa del brand Nicole Spose, ci racconta come ha trasformato la sua passione per gli abiti da sposa in una carriera di stilista affermata e conosciuta in tutto il mondo.

Creativa, determinata ed eclettica. Di grande talento, ma anche di tanta passione. Così si presenta Alessandra Rinaudo, direttrice creativa del marchio Nicole Fashion Group Spa, stilista e anima artistica del brand italiano più famoso nel mondo degli abiti da sposa dallo stile classico e glamour. Oltre ad essere una designer di successo, Alessandra è stata anche protagonista su Real Time dei programmi “L’abito dei Sogni” e “La stilista delle spose”, in cui ha aperto al pubblico le porte del suo magico mondo fatto di disegni, bozzetti, abiti incantevoli, styling, accessori e tutto quello che riguarda l’immagine della sposa. Autrice del libro “L’abito dei sogni. Come trovare l’abito perfetto ed essere felice!”, co-fondatrice dell’azienda insieme al marito Carlo Marco Cavallo, Alessandra Rinaudo oltre ad essere un personaggio di riferimento nel campo del bridal fashion è anche madre di tre figli.

stilista delle spose creatività

Com’è nata la sua passione per la moda e in particolare per gli abiti da sposa?
Tra gli abiti da sposa ci sono nata e cresciuta, grazie a mia madre, e prima di lei mia nonna, che aveva una boutique di abiti da sposa.
Nel mio DNA c’è il bridal fashion da sempre. Quindi ho deciso di studiare moda a Milano, poi di sposarmi ed ovviamente il mio abito da sposa è stato una mia creazione…Insieme a mio marito Carlo Marco Cavallo abbiamo trasformato una realtà locale come un atelier in una SPA, la Nicole Fashion Group SPA.

stilista delle spose abito

Dagli inizi della sua carriera ad oggi, come è cambiata la sposa in questi anni? Quali sono le tendenze attuali in fatto di stile, accessori, modelli e materiali?
Inizio con dire che la sposa di oggi è molto più consapevole della scelta che sta per compiere e vive il matrimonio non solo come un coronamento del suo sogno d’amore, ma anche come una chiara espressione sia del proprio io, sia della propria personalità.
Sono un’appassionata della materia prima, sempre alla ricerca di tessuti, ricami e pizzi. Si tratta di una selezione che è fondamentale alla stregua dello schizzo. Un bozzetto è poca cosa senza il materiale giusto, solo un bel disegno senza vita. Gli accessori sono quella rifinitura che può esaltare o rovinare lo stile di un abito. Questi esprimono la cura del dettaglio, la raffinatezza, la vera eleganza.

Nicole, Colet, Aurora, Romance e Jolies: cinque linee diverse, cinque tipologie di spose a cui si rivolgono. In che cosa differiscono gli abiti che le compongono?
Ogni linea sviluppa un’immagine di donna: Nicole la donna glamour, Colet quella romantica, Jolies incarna l’ideale dell’internazionalità, Aurora il concetto di bon ton, la collezione Romance è per chi vuole essere una principessa. Infine, la “Alessandra Rinaudo”, linea che porta il mio nome, si rivolge alla fashionista, colei che vuole indossare il meglio della couture Made in Italy.

stilista delle spose creazioni

 

A che cosa si ispira per disegnare e progettare ogni collezione annuale?
Mi piace trarre spunto da tutto ciò che è di tendenza, anche il modo di comunicare dei giovani e quello che li entusiasma. Cerco di capire questa realtà che si evolve così velocemente. Poi viaggio molto: il contatto con realtà e culture diverse, l’apertura verso tutto ciò che di bello il mondo ci offre rappresenta per me un’importante fonte di nuove idee. Infine le mie spose, quelle che incontro spesso nei miei atelier: parlare con loro, vederle indossare per la prima volta l’abito dei propri sogni, ammirare con quanta cura si dedicano alla scelta di ogni particolare ed alla ricerca della vestibilità perfetta…è lì che nasce la vera ispirazione.

Quali sono gli elementi imprescindibili di cui tenere conto quando arriva una futura sposa in atelier per scegliere il suo abito dei sogni?
Il primo consiglio per le mie spose è molto semplice ma efficace: guardarsi dentro e decidere quale immagine di sé desiderano trasmettere nel giorno più importante della loro vita. L’abito deve vestire la fisicità ma anche l’anima. Non esiste abito più giusto di quello che ci faccia sentire bene. Ogni donna deve piacere a se stessa prima che agli altri, perciò credo che i consiglieri più adatti siano pochi: quelli che veramente conoscono la sposa e vogliono per lei il meglio, a prescindere dal proprio gusto personale. A me piace ascoltare la sposa, capire il suo modo di essere, quale matrimonio sogna, cosa ama indossare nella vita di tutti i giorni. Soltanto a quel punto posso esprimermi e aiutare la futura sposa ad individuare il vestito giusto, quello che la renderà bellissima e indimenticabile per sempre.

stilista delle spose ritratto