Serenata alla sposa: 5 strumenti musicali sardi

Serenata alla sposa: 5 strumenti musicali sardi

serenata alla sposa

Il rito del matrimonio non è l’unica celebrazione che accompagna la coppia per l’inizio di una nuova vita insieme. Prima del fatidico sì, in Sardegna è tradizione dedicare una serenata alla sposa.

La serenata è una composizione musicale, generalmente eseguita la sera prima delle nozze, sotto la finestra della sposa. Si tratta di un rito che risale al medioevo, ma che ancora oggi conserva il suo valore romantico.

Per una serenata alla sposa che rispetti la tradizione, vanno impiegati gli strumenti musicali tipici della tradizione sarda. Vediamone alcuni:

1. Su sulittu

È un piffero costruito con sughero e canna. All’estremità presenta una fessura che divide l’aria per far vibrare lo strumento e ottenere così la melodia. Per la serenata alla sposa, il su sulittu riproduce i suoni di alcuni uccelli, creando così un’atmosfera primaverile.

2. Serraggia

La serraggia è uno strumento a corda composto da un bastone di canna, una corda tesa ed una cassa di risonanza fatta di pelle di maiale. Si suona con un archetto costituito da un bastoncino di lentisco teso ad arco da una treccia di crine di cavallo. Si suona in piedi, appoggiandolo ad una spalla. Con una mano si tiene la canna mentre l’altra pizzica la corda o la sfrega con l’archetto. Viene impiegato, oltre che per la serenata alla sposa, per le melodie di eventi folkloristici, come il Carnevale.

3. Launeddas

È lo strumento musicale sardo per eccellenza. Si tratta di una sorta di flauto composto da tre canne di varia lunghezza e diametro. La prima canna che è la più lunga e grossa viene chiamata: il “Tumbu”, la “Mancina” e la “Mancosedda”. Il suono prodotto dall’utilizzo contemporaneo delle tre canne è denominato “Su Conzertu”. È immancabile in ogni celebrazione che si rispetti, dalla festa patronale alla serenata alla sposa.

4. Fisarmonica

Anche se le origini della fisarmonica sono francesi, questo strumento musicale è entrato a far parte della tradizione sarda fin da subito, diventando un elemento importante per le composizioni folkloristiche. Quando il mantice viene azionato dall’esecutore per immettere l’aria necessaria a far vibrare le ance, si aprono le danze, dando inizio alla vera e propria festa.

5. Ghitarra

La ghitarra è la versione sarda della più famosa chitarra. Si distingue dalla chitarra per le dimensioni e per il suono più grave, tipico delle melodie isolane. Nella serenata il chitarrista dà solo un accenno di tempo e la tonalità. È il cantante che, iniziando a cantare, esegue tutte le varianti, i gorgheggi e i vocalizzi che compongono la serenata alla sposa.