La leggenda di San Valentino

La leggenda di San Valentino

Perchè si festeggia San Valentino il 14 febbraio? Ecco qualche leggenda su come è nata la festa degli innamorati.

Quattordici Febbraio. Come ogni anno, i negozi, i locali, i ristoranti si colorano di rosso e si decorano di cuoricini, petali di rosa e qualsiasi altro simbolo legato al romanticismo e all’amore. Ci sono coppie che programmano cene romantiche, serate a lume di candela, weekend fuori in qualche destinazione dall’atmosfera particolarmente suggestiva e dolce. Ma in pochi conoscono davvero il significato del San Valentino, come è nata, perché si festeggia il 14 febbraio. Ecco alcune delle varie leggende che si narrano su questa ricorrenza dedicata alle coppie.

san valentino, tradizione, leggenda, love me in italy

Leggenda dell’Amore Sublime

C’era una volta Sabino, un giovane centurione romano innamorato di Serapia, una bella ragazza di paese che ricambiava il suo amore, ma non poteva sposarlo. Il padre di lei infatti, non dava il consenso alle nozze perché il giovane Sabino era pagano mentre Serapia e la sua famiglia erano cristiani. Così la bella Serapia accompagnò il suo amato dal Vescovo Valentino per fargli avere i sacramenti e fare in modo che Sabino si avvicinasse alla religione cristiana, ma purtroppo, mentre mentre i due giovani si preparavano alla celebrazione, prima del Battesimo e poi del matrimonio Serapia si ammalò di tisi, una malattia gravissima per la quale non c’era cura. Così il Vescovo Valentino fu chiamato al capezzale della ragazza e qui, oltre a battezzare Sabino, unì i due in matrimonio. Infine diede la sua benedizione ai neo sposi che, insieme, caddero in un sonno eterno.

san valentino, tradizione, leggenda, love me in italy

Leggenda della Rosa della Riconciliazione

Il Santo Valentino aveva un giardino bellissimo pieno di fiori che coltivava quotidianamente con cura e amore. Un giorno passò da lì una coppia di fidanzati che stava litigando e Valentino non potè fare a meno di sentire le loro discussioni. Così decise di prendere una delle sue rose più belle, la porse ai due giovani pregandoli di chiarirsi e riconciliarsi. Naturalmente, spiegò loro di stringere insieme il gambo della rosa, facendo attenzione a non pungersi e pregando affinché il Signore mantenesse vivo in eterno il loro amore. La coppia di fidanzati fece come era stato loro suggerito e dopo poco tornò dal Santo a richiedere una benedizione per le nozze imminenti. Da allora tutti gli abitanti del paese il giorno 14 di ogni mese si recavano da San Valentino per una benedizione fino a quando il 14 febbraio 273 il Santo, ormai vecchio, morì e quella data venne istituita come celebrazione dell’amore e delle coppie.

san valentino, leggenda, tradizione, love me in italy

Leggenda dei Bambini

San Valentino era molto buono e generoso e ospitava sempre tanti bambini a giocare nel suo bellissimo giardino pieno di piante rigogliose e fiori. I bambini lo adoravano e gli erano molto affezionati, tanto che la sera, quando il sole calava e San Valentino li salutava con allegria, dava loro la sua benedizione. Inoltre, il Santo Valentino era solito regalare a ogni bimbo un fiore dicendo di portarlo alle loro mamme come omaggio: in questo modo alimentava il rapporto di fiducia e rispetto con i genitori e sapeva che i bambini sarebbero tornati a giocare da lui l’indomani. Da questa leggenda deriva la tradizione di farsi dei piccoli regali tra persone che si vogliono bene.