San Clemente Palace Kempinski: organizzare il proprio matrimonio a Venezia

San Clemente Palace Kempinski: organizzare il proprio matrimonio a Venezia

Che lavoro faccio? Creo bellezza! Organizzare eventi e matrimoni è sempre stato la mia passione e da qualche anno è diventato anche il mio lavoro.
Per capire che cosa vogliono gli sposi non è sufficiente saperli ascoltare: bisogna farli sognare! Fortunatamente, per me fantasticare non è mai stato un problema: chi mi conosce è abituato a dovermi passare una mano davanti al viso per richiamare la mia attenzione.

Stavolta però sarò io la protagonista. Sogno e pianifico questo momento da quando sono bambina. Immagino un matrimonio dalle nuance pastello, damigelle che vestono abiti color lavanda, un ricevimento per pochi intimi in un parco immerso nel verde, la nostra unione sotto un arco di rose.

Per i festeggiamenti immagino l’atmosfera magica del tramonto accompagnata a tavoli illuminati da candelabri di vetro.

Victor ed io siamo d’accordo sulla scelta della città anche se dobbiamo ancora scegliere la location. Celebreremo il nostro matrimonio a Venezia, la meta degli innamorati. Abbiamo fissato alcune site inspection per la scelta della location. Che emozione!

 

Sopralluogo al San Clemente Palace Kempinski

Oggi visitiamo l’Isola di San Clemente.
Siamo appena arrivati in Piazza San Marco e stiamo attendendo il traghetto a noi riservato. L’aria è mite e profuma di primavera. Vedo in lontananza la barca che si sta avvicinando e che si fonde alla perfezione con Il cielo rosa della laguna di Venezia al tramonto: sembra un dipinto di Monet.
Dopo pochi minuti vediamo all’orizzonte un imponente edificio circondato da un immenso parco.

esterno san clemente kempinski venice

Scendiamo dalla barca e veniamo subito accolti dalla signorina che ci accompagnerà durante la site inspection.
«Benvenuti al San Clemente Palace Kempinksi! È la vostra prima volta qui?». Sì, lo è. E mentre attraversiamo il magnifico viale che porta all’entrata mi domando come abbia fatto a non venirci prima: ne ho viste tante di location, ma qui sento qualcosa di diverso.

Il nostro tour inizia proprio dal parco secolare, tra pini e cipressi. Mi sento immersa in un’atmosfera magica: il prato è curato nei minimi dettagli, i rumori della natura regnano sovrani e i colori si fondono alla perfezione. “Wow”, dico tra me e me. Victor mi sfiora la mano sorridendo: sembriamo due ragazzini al loro primo appuntamento.

Dopo essere entrati nell’Antica Sagrestia, ideale perun ricevimento nuziale intimo, proseguiamo verso la Terrazza Acquerello. I nostri invitati l’adoreranno. Soprattutto, lo sfondo speciale della laguna al tramonto con vista campanile di San Marco lascerà tutti senza fiato.

Ammiro questa meraviglia mentre immagino i camerieri servire amici e parenti. Come saranno vestiti? Quali composizioni floreali dovranno adornare le tavole? La mia mente incomincia a sovrapporre immagini e realtà. Il ricevimento prende vita, tra colori, musica e profumi.
Stringo la mano a Victor: siamo nel posto giusto.

chiesa San Clemente Palace Kempinski

Passiamo al ristorante La Dolce per la presentazione dei menù. Tiro fuori la mia agendina dalla borsa e inizio a scrivere. Annoto ogni idea, in fretta, prima che la visione perda nitidezza.

La mia testa china su schizzi e appunti attira la curiosità delle altre coppie presenti alla degustazione.
«Fa sempre così: è una wedding planner!», mi giustifica Victor, accennando un sorriso come per scusarsi.

Oramai è chiaro a entrambi: il nostro matrimonio si terrà al San Clemente Palace Kempinski!

 

Il giorno del sì

Il grande giorno è arrivato. Scendo dalla barca, il sole brilla e il vestito che indosso, semplice ma raffinato, sembra essere ricoperto di piccole pagliuzze che ne riflettono la luce. Vicino a me c’à mio padre, che mi accompagnerà all’altare. Mi tremano le mani, e vedere papà commosso mi fa battere il cuore ancora più forte.

giardino arco altare matrimonio San Clemente

Cammino lentamente sul tappeto bianco verso l’arco di fiori, mentre il cerimoniere e tutti gli invitati mi guardano sorridendo. Di matrimoni ne ho fatti tanti, ma capisco davvero solo ora cosa significa essere la sposa.

Intanto alla Terrazza Acquerello i tavoli sono stati preparati proprio come avevo indicato. Tovaglie di seta bianche, candelabri retrò e dettagli floreali stanno attendendo l’arrivo e i commenti dei nostri invitati. Spero che vada tutto bene, che la giornata sia perfetta e…

«Sei bellissima!»: la voce del mio futuro marito mi riporta all’attimo presente. Ogni pensiero svanisce. Do un bacio a mio padre e lascio il suo braccio. Ci siamo!

 

> Per maggiori informazioni su proposte di nozze e matrimoni a Venezia scrivici a info@lovemeinitaly.com

allestimento tavola ricevimento San Clemente

Dettagli Chiara Peron

“Il Sole si alza mai con la luna storta?”