Love me in Toscana. Il rinnovo della promessa: isole di Giannutri, Montecristo, Elba

Love me in Toscana. Il rinnovo della promessa: isole di Giannutri, Montecristo, Elba

Sono trascorsi venticinque anni dal nostro viaggio di nozze in Toscana, ma la Toscana rimane splendida, e anzi sembra essere diventata ancora più bella. Il tempo che passa le regala maggior fascino e suggestione.

Oggi il sole riscalda particolarmente e il mare ci chiama, con la canzone melodiosa delle sue onde sugli scogli. Da Porto Santo Stefano ci imbarchiamo verso l’isola di Giannutri, piccola perla dell’arcipelago toscano, immersa nel Parco Nazionale. Passiamo la mattinata a passeggiare nella natura quasi incontaminata, con il verso delle cicale come unico rumore di sottofondo. Finalmente, la pace.

Il rinnovo della promessa: Giannutri, Montecristo, Elba

Raggiungiamo i resti della villa romana a Cala Maestra, costruita dalla famiglia imperiale dei Domizi Enobarbi nel II secolo d.C. La guida ci scatta delle foto meravigliose, e noi rimaniamo senza fiato per la posizione panoramica della terrazza sul mare di un blu intenso.

Il pomeriggio ci sentiamo più avventurosi, ed esploriamo i fondali di Giannutri. Pesci di ogni tipo, distese di posidonia, coralli… I colori ci sembrano artificiali da quanto sono vividi. Ma la vera magia di fare snorkeling qui risiede nei relitti di navi etrusche e romane: a Giannutri il tempo non passa mai.

Rinnovo della promessa: Giannutri, Montecristo, Elba

Il giorno dopo, Montecristo è la nostra tappa, un’isola che sogniamo da anni di poter visitare. L’incredibile forma minacciosa dell’isola si staglia contro l’acqua trasparente. La natura intatta, il mare cristallino, l’aria pulita: non ci stupiamo che il suo accesso sia limitato a 1000 persone l’anno e sia abitata solo da una coppia di custodi. Pronti ad esplorarla, percorriamo i suoi sentieri impegnativi, respirando a pieni polmoni dei profumi che non siamo abituati a sentire e adocchiando specie animali che non si trovano altrove.

 

Giungiamo fino al Convento di San Mamiliano, che per tradizione si dice sorto su un luogo di devozione intitolato a Giove. Proseguendo per circa quaranta minuti arriviamo alla Grotta del Santo, dove la leggenda narra che San Mamiliano uccise un drago facendosi scudo con la croce. Sono luoghi che ammaliano, intrisi di mistero. Sembra dunque soltanto una fantasia il tesoro rinvenuto qui dal mitico conte di Dumas?

Il rinnovo della promessa: Giannutri, Montecristo, Elba

Davanti a noi si aprono giorni di relax: decidiamo infatti di dedicare più tempo all’isola d’Elba, molto più grande delle altre due ma portatrice di altrettanta bellezza. Assaporiamo il ritmo rilassato dell’isola e i suoi piatti dai gusti inconfondibili: lo stoccafisso alla riese, il gurguglione, i totani ripieni, il polpo lesso, gli zerri fritti, le sardine ripiene… L’isola d’Elba ci mostra le sue colline verdi, il suo mare limpido e ci racconta la storia dei popoli di cui è stata testimone nei secoli. La villa romana della Linguella, le chiese romaniche, l’eremo di Santa Caterina, il Forte Stella, le residenze napoleoniche… Siamo proprio sicuri di dovercene andare da questo paradiso?

Ci sembra di essere tornati alla giovane spensieratezza di venticinque anni fa. Abbronzati e con i capelli schiariti dal sole, ci rendiamo conto che i nostri sorrisi si rifiutano di evidenziare quelle rughe in più. Ci prendiamo per mano, come non succedeva da anni, a suggellare una promessa che sfida il tempo e che sappiamo non verrà mai meno.

Il rinnovo della promessa: Giannutri, Montecristo, Elba

Per un assaggio in più sulla Toscana romantica: Love me in Tuscany.

La guida completa del perfetto viaggio di coppia è Love me in Toscana.