Matrimonio alla Reggia di Venaria

Matrimonio alla Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria riapre le porte e tra le sale sfarzose e i giardini incantevoli rappresenta una location meravigliosa per un matrimonio da sogno

 

Venaria reale - matrimonio in piemonte

 

C’è un posto, alle porte di Torino, che ha qualcosa di affascinante e straordinario. Non si tratta di una villa come tante, ma è una vera e propria reggia: la Venaria Reale.
Pensata da Carlo Emanuele II di Savoia e progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte, rappresenta la più grande residenza imperiale, di una bellezza mozzafiato che lascia senza parole.
Come potrebbe essere un matrimonio celebrato proprio lì, tra le sale imponenti e ampie, in stile barocco, che ricordano il palazzo francese di Versailles? Nel corso degli anni si sono susseguiti re, principi e nobili che hanno vissuto all’interno dell’antico edificio fino all’Ottocento, quando, con l’arrivo di Napoleone, la sfarzosa dimora è stata chiusa.
Negli ultimi anni, la Corte è stata rimessa a nuovo e riaperta al pubblico come location per mostre, eventi a tema di cultura, scultura, affreschi, buona cucina, cinema e arte contemporanea. Recentemente, la Venaria Reale apre le porte anche ai futuri sposi e si presta come luogo in cui celebrare i matrimoni, regalando alle coppie l’emozione di vivere un giorno da veri reali.

La Sala di Diana le Gallerie e il Rondò Alfierano
Alla Reggia di Venaria è possibile celebrare le nozze sia con cerimonia religiosa, sia con rito civile. Tra gli spazi più suggestivi vi è la Sala di Diana, dedicata alla dea della caccia che rievoca l’amore e la guerra come manifesto politico della nuova Corte. Il Salone, che un tempo è stato teatro di banchetti, feste e balli mondani, sarà allestito e decorato secondo i gusti della sposa, mettendo in evidenza la straordinaria volta affrescata e facendo risaltare le luci che filtrano dalle finestre sul giardino, dove la vista si perde oltre le montagne. Impossibile non sentirsi parte di un ricevimento in grande stile, dal sapore storico e fiabesco. Ma per chi immagina di sentirsi una dama dell’epoca e predilige lo stile barocco, si può scegliere di ambientare il ricevimento anche nella Galleria Grande o nella Galleria Piccola: entrambe rappresentano delle splendide cornici per il giorno delle nozze. Se la Galleria Grande colpisce per la presenza di elementi in marmo, in grande stile, la seconda ha al suo interno le statue delle Quattro Stagioni che riempiono il Rondò Alfierano. Chi invece non vuole rinunciare alla funzione religiosa, potrà richiedere il permesso alla curia per celebrare il sacramento nella Cappella di Sant’Uberto, progettata dall’architetto Filippo Juvarra, in cui arte e storia si fondono alla perfezione creando un’atmosfera unica e indimenticabile per un matrimonio in grande.

Interno Sala Diana, Reggia di Venaria

Rinfresco nei giardini della Reggia
Per tutti coloro che sognano un matrimonio in estate, all’aperto, ma non amano troppo soffrire il caldo afoso delle località di mare, alla Reggia di Venaria è possibile organizzare una festa meravigliosa in uno dei giardini della tenuta. Tra questi vi è il Gran Parterre, caratterizzato da stradine di aiuole, boschetti, cespugli e siepi, che donano un tocco di stile settecentesco, sfondo perfetto per le foto del servizio fotografico di nozze. Oppure, gli sposi che amano l’acqua e vogliono stupire i loro ospiti con qualcosa di nuovo e alternativo ai fuochi d’artificio potranno optare per il giardino Corte d’Onore, dove troneggia la Fontana del Cervo, un’installazione in cui va in scena uno spettacolo di giochi di luci e musica detto appunto “Teatro d’Acqua.  Una novità originale, ideale per animare il taglio della torta e il brindisi degli auguri.

Giardino Gran Parterre, reggia di venaria