Love me in Toscana. Una promessa d’amore: Val d’Orcia

Love me in Toscana. Una promessa d’amore: Val d’Orcia

“Se lei non fosse stata vicino a me, avrei potuto immaginare di salire verso quel castello per liberarla da un drago o da un feroce cavaliere che l’ha rapita.”

Il paesaggio della Toscana gioca con la nostra fantasia e ci ispira a sognare ad occhi aperti. Le degustazioni di vini e prodotti tipici nei castelli in cima alle colline ci portano ad immaginare di poter organizzare un grande matrimonio in stile medievale, con gli invitati in costume, i giullari, le musiche, la tavola imbandita come allora. “Come sarebbe bella Audrey, vestita da dama”, penso, convinto che abbia già il portamento e la bellezza elegante di una vera principessa.

Promessa d'amore in Toscana: Val d'Orcia

Mentre ci divertiamo a discutere sul menù a tema, ci inoltriamo nella meravigliosa Val d’Orcia, intenzionati a fare una piccola pausa rilassante alle terme. La valle, paesaggio culturale UNESCO, porta benissimo i suoi milioni di anni, mantenendo quasi intatto l’aspetto che aveva già nel medioevo. Riconosciamo le sue colline vellutate che tante volte abbiamo ammirato nelle opere dei pittori della Scuola Senese.

Intanto che io guido lungo le strade accompagnate da cipressi, Audrey prende la guida Love me in Toscana in mano e comincia a leggermi informazioni sulla Val d’Orcia con la sua aria da maestrina che mi fa tanto ridere. Apprendo così che la valle nacque milioni di anni fa, quando il mare si ritirò, lasciando al suo passaggio sabbia e argilla. In seguito, anche i vulcani di Radicofani e Amiata contribuirono alla sua formazione, eruttando la lava che creò le rocce scure della valle.

Promessa d'amore in Toscana: Val d'Orcia

Affascinati da quello che sembra quasi un racconto mitico, osserviamo come l’uomo qui è stato rispettoso verso il paesaggio che lo circondava, forse troppo incantevole per essere distrutto. Il complesso urbano di Pienza e Montalcino, l’Abbazia di Sant’Antimo, Radicofani e Rocca d’Orcia, la Collegiata di San Quirico, la grancia di Spedaletto… la sapienza umana si è fusa con gli elementi paesaggistici: la Riserva Naturale di Lucciola Bella, i Biotopi di Macchia Mediterranea e di Abete Bianco nel Comune di Castiglione d’Orcia, i calanchi, le biancane, le crete.

Passiamo due giorni a Bagno Vignoni, immersi nelle acque calde delle terme medievali. Sulle orme di Nostalghia di Andrej Tarkovskij, passeggiamo per le vie del borgo, costruito attorno alla vasca cinquecentesca di Piazza delle Sorgenti contenente la sorgente termale apprezzata già dai romani.

Promessa d'amore in Toscana: Val d'Orcia

“Bisogna far rivivere la poesia, bisogna portarla nelle strade, nelle città, spargere di versi le metropoli e i piccoli paesi, capire che la poesia parte dalle cose più semplici, nel germoglio della vita stessa…” (Andrej Tarkovskij)

La scelta del regista di girare alcune scene anche nell’Abbazia a cielo aperto di San Galgano nel comune di Chiusdino ci spinge a visitarla, incuriositi dalla sua struttura unica e dalla leggenda che la avvolge. Stupiti, leggiamo che si iniziò a costruire il primo edificio del complesso, formato dall’Abbazia e dalla Rotonda di Montesiepi, addirittura nel 1181, nel luogo e nell’anno della morte del Santo. Tra le spesse mura romanico-gotiche è inoltre racchiuso un tesoro: la spada che l’ex cavaliere pentito infisse nella roccia durante il suo eremitaggio con l’intento di trasformarla in croce.

Mi sento Lancillotto e Audrey è la mia Ginevra, mentre il sole cala all’orizzonte e le stelle si accendono nel cielo, luci di scena di quel teatro meraviglioso, dei quali siamo attori protagonisti.

“E se invece ci sposassimo qui, in una sera come questa, sotto le stelle?”

Promessa d'amore in Toscana: Val d'Orcia

Per un assaggio in più sulla Toscana romantica, Love me in Tuscany.

La guida completa del perfetto viaggio di coppia è Love me in Toscana.