I professionisti del wedding: intervista a Rui Mota Pinto

I professionisti del wedding: intervista a Rui Mota Pinto

Rui Mota Pinto, wedding planner portoghese di fama internazionale, ci racconta i risultati raggiunti nel corso della sua carriera e ci svela alcuni dei suoi progetti futuri.

 

Hai iniziato in giovane età nel settore degli eventi e della pubblicità. Come e perché ti sei avvicinato al business dei matrimoni?

Ho iniziato giovanissimo, a soli 18 anni, con la mia attività di organizzazione eventi e pubblicità. A quel tempo facevo principalmente eventi aziendali, ma tra i servizi offerti avevo anche i matrimoni .

Un giorno un amico mi ha chiesto di creare e organizzare il suo matrimonio, incarico che ho accettato senza esitazione. Al termine della giornata ero sicuro che i matrimoni sarebbero stati la mia vita e la mia carriera da quel giorno in poi: sentito come un “clic”, una “chiamata”.

Tempo dopo capii che organizzare semplici matrimoni portoghesi non mi bastava più. Così ho deciso di specializzarmi in Wedding Planning a New York all’età di 26 anni e ho creato il mio brand personale: Wedding Planner Rui Mota Pinto. L’anno scorso ho rebrandizzato in Wedding Tailor & Planner Rui Mota Pinto, creando un marchio che rappresenta esattamente ciò che sono: un creatore di matrimoni.

 

Durante l’Educational Tour in Liguria di Love me in Italy hai presentato i tuoi PopUp Wedding. Come ti è venuta in mente l’idea e come funzionano?

I PopUp Wedding sono un progetto davvero unico. Qualcosa che la maggior parte della gente non immaginava avrebbe mai funzionato in Portogallo, ma ha finito per avere un enorme successo: stiamo ricevendo richieste di coppie da tutto il mondo.

Il progetto stesso, con il nome di PopUp Weddings, è un’idea del mio partner Nuno Palha Wedding Photographer. Stavo già realizzando questo tipo di matrimoni da molto tempo specialmente con coppie giapponesi. Nuno ha visto il concetto di PopUp Weddings negli Stati Uniti e ha portato l’idea in Portogallo. Mi ha parlato e ha detto «Rui sei perfetto per questo perché lo stai già facendo da molto tempo, così possiamo creare insieme un concept, una nuova idea, un nuovo progetto». Ha invitato anche João Jonas, il cerimonialista. Noi tre siamo il “PopUp Weddings Team” – 1 wedding planner, 1 cerimonialista, 1 fotografo insieme per rendere i sogni realtà in un’esperienza unica.

Fondamentalmente si tratta di una celebrazione dell’amore. Un matrimonio piccolo e rapido in qualsiasi luogo, anche in luoghi che normalmente non vengono identificati come “luoghi da nozze”, senza restrizioni, senza protocollo o riti “obbligatori”.

Una celebrazione con la coppia e al massimo 15 ospiti, una torta e un bicchiere di champagne, una sessione fotografica dopo la cerimonia e poi “tutti a casa”. Un matrimonio di due ore in cui l’obiettivo principale è celebrare l’amore in una bellissima cerimonia in un luogo diverso e unico, e quindi scattare foto sorprendenti per preservare la giornata tra i ricordi eterni.

 

I Tejo Wedding sono un’esperienza davvero particolare sul fiume Tejo a Lisbona. Che risposta hanno avuto dalla gente? Che tipo di persone lo scelgono?

I Tejo Wedding sono un sogno che si avvera. Sono appassionato di Lisbona e del fiume Tago. Sono anche un amante del mare, e poter unire la città, il fiume e una barca è qualcosa di incredibile.

La bellezza della città dal punto di vista del fiume è unica e l’esperienza di sposarsi in barca a vela è qualcosa di indimenticabile. Naturalmente è necessario che la coppia comprenda che in una barca a vela abbiamo alcune limitazioni riguardo allo spazio, al tipo di menu che possiamo servire e all’animazione, che deve essere adattata alla barca. Ma come hai detto tu, è davvero un’esperienza particolare e che al momento si può vivere solo a Lisbona.

È un progetto recente che sta crescendo e, per le coppie che cercano la relazione con il mare che il Portogallo può offrire, è semplicemente perfetto.

Abbiamo molte richieste da coppie internazionali e stiamo iniziando a stringere partnership con alcune agenzie di viaggi per offrire non solo Lisbona come destinazione, ma questo progetto nasce come un modo unico di sposarsi che può avvenire solo nella nostra città.

 

Organizzi matrimoni in tutto il mondo, ma quali sono le tue destinazioni preferite?

Amo viaggiare. Ho una grande passione per New York City, ma se devo scegliere una località, adoro il Portogallo e la città di Lisbona. Forse a causa delle mie origini, forse perché sono molto orgoglioso del mio Paese, o forse perché Lisbona e il Portogallo sono davvero semplicemente belli.

Il modo in cui Lisbona armonizza il patrimonio con la modernità è unico e perfetto. Tutte le tradizioni, tutto il patrimonio, tutta la cultura, i paesaggi che la città presenta sono travolgenti. Aggiungici l’ottimo cibo, le persone fantastiche e un clima perfetto tutto l’anno e il risultato è qualcosa che non si può trovare in nessun altro posto al mondo.

 

Vincere i Best Wedding Concept Awards e i Wedding Photo Awards ti ha reso il wedding planner portoghese più premiato di sempre a livello internazionale . Come ti senti a riguardo? Immaginavi di poter raggiungere tali risultati?

Quando lavoriamo con passione, con creatività e creiamo una firma e un’identità uniche, non lavoriamo pensando ai premi che possiamo o non possiamo ricevere.

Lavoro duro ogni giorno per offrire il miglior matrimonio di sempre ad ogni coppia, con piena dedizione e tanta passione, più di ogni altra cosa. Questo è il mio obiettivo e il motivo per cui sono così appassionato del mio lavoro. Questo è ciò che mi spinge ogni giorno a far sempre meglio. E credo davvero che in aggiunta a una grande creatività sia la chiave per tutte le cose incredibili che ho realizzato nella mia carriera e che nessun altro in Portogallo ha raggiunto.

Essere il più premiato wedding planner portoghese di sempre è un mix di sentimenti: onore, felicità e orgoglio.

Onore di rappresentare il mio Paese, amato in tutto il mondo, e di essere in grado di dimostrare che in Portogallo siamo davvero sorprendenti nei matrimoni. Per me è un grande onore rappresentare il Portogallo e tutti i nostri fantastici professionisti.

Sono ovviamente felice di vedere tutti i miei sforzi e il mio incredibile team e partner riconosciuti tra i colleghi di tutto il mondo.

E sono orgoglioso, perché non solo perché sento che il mio lavoro è ben fatto, non solo perché realizzo la cosa più incredibile che possiamo sognare, ovvero di rendere felici le coppie, ma anche perché, come creatore, sento che le persone mi capiscono davvero e sono in grado di connettersi con i miei concetti e le mie creazioni.

I Best Concept Awards sono per me molto speciali perché rappresentano l’essenza del mio lavoro. Quando sei sarto e creatore di concept wedding e riesci ad avere un matrimonio riconosciuto come “Best Concept” è semplicemente perfetto! Viene infatti premiato nella tua specialità, per ciò che sei come professionista e per ciò per cui lavori, produci e crei ogni giorno. Infine sento un’enorme sensazione di responsabilità perché so che devo fare ogni volta di meglio per ottenere tutto ciò che ci si aspetta da me, e perché rappresento il mio Paese.

Onestamente non avrei mai pensato di ottenere così tanto negli anni passati.

Vedere il mio lavoro riconosciuto e premiato in tutto il mondo è qualcosa di travolgente e di sicuro non mi aspettavo tanto. Certo è che conosco il mio lavoro, conosco la qualità e la creatività che porto sempre in ogni matrimonio che creo. Non ho mai avuto paura di mostrarmi al mondo né di confrontare i miei matrimoni e il mio lavoro con altri migliori. Credo fermamente che il Portogallo offra qualità pari o addirittura superiore a quella della maggior parte delle destinazioni al mondo per i matrimoni e, in quanto wedding planner più esperto del Portogallo, ho sempre creduto che il mio lavoro potesse essere annoverato tra i migliori.

Ma ora ti confesso ciò che noi professionisti pensiamo del nostro lavoro: non ci aspettiamo mai che le altre persone possano capirlo tanto quanto noi, né che lo amino tanto quanto lo amiamo noi. Quindi ci aspettiamo sempre di essere riconosciuti, naturalmente, ma quello che mi è successo negli ultimi anni è incredibile e non mi sarei mai aspettato di esserlo così tanto.

Più dei premi, ciò che conta per me sono il rispetto e l’ammirazione che altri professionisti che sono abituato ad ammirare hanno per il mio lavoro. È fantastico e mi rende così onorato e orgoglioso.

 

Sei l’unico portoghese professionista del matrimonio a essere membro di un’organizzazione internazionale certificata, il National Wedding Council degli Stati Uniti. Come hai raggiunto una posizione così prestigiosa?

Essere membro del National Wedding Council è qualcosa di cui sono davvero orgoglioso. Non per l’essere “l’unico Wedding Professional portoghese membro di un’organizzazione internazionale certificata”, ma per i valori che questa organizzazione rappresenta e che davvero credo manchino molto nel settore del matrimonio in tutto il mondo e in Portogallo.

Avere l’etica come riferimento principale è per me molto importante, e far parte di un’organizzazione che è fiera di difendere l’etica nel settore, con un forte codice etico, e il rapporto tra venditori e coppie è per me un onore.

L’opportunità arriva su invito. Sono stato certificato dal NWC e alcune settimane dopo ho ricevuto un invito per un’intervista via Skype per conoscere la possibilità di far parte del NWC. Ho parlato con Spencer Potter tramite Skype e ci siamo subito trovati sulla stessa lunghezza d’onda. Stava già pensando di avere un professionista al di fuori degli Stati Uniti per rendere il NWC più internazionale e l’Europa era uno degli “obiettivi”. Per qualche ragione, che non spetta a me analizzare, Spencer mi ha visto come il professionista perfetto per rappresentare l’Europa in questo Consiglio e per essere l’ambasciatore fuori dagli Stati Uniti.

E per me è un grande onore essere parte di questo Consiglio con tutti i valori che rappresenta.

 

I tuoi motti sono “Gira tutto intorno alla tua felicità!” e “Rendilo il tuo giorno… a modo tuo!”. Come riesci a abbinare i desideri delle persone con il tuo stile?

Credo davvero che un matrimonio non debba dolo essere il riflesso della storia e dell’identità delle coppie, che è sicuramente il lato più importante, ma debba anche avere l’impronta del suo creatore.

Quando pensiamo a un matrimonio, per me pensiamo a un passato, un presente e un futuro. Chi erano quelle due persone, quali le loro rotte; chi sono adesso come coppia che vuole iniziare una vita insieme; chi vogliono essere nel futuro e come vogliono raccontare la loro storia nel giorno del matrimonio alle loro famiglie e ai loro amici. E poi credo che se scelgono me è perché vogliono che sia io a raccontare la loro storia a modo mio, con la mia visione e con la mia creazione.

Quando incontro per la prima volta una coppia cerco sempre di capire se “abbiamo un senso”, se “siamo connessi”, se “ci capiamo l’un l’altro”. Se non sentiamo una sorta di forte connessione e se non mi innamoro di loro e della loro storia, allora preferisco non fare quel matrimonio perché so che non funzionerà e non sarò in grado di dar loro “tutto me stesso”. E se non vogliono il mio lato creativo, allora non ha senso.

Quando una coppia cerca un professionista che sia più di un pianificatore e un coordinatore, che sia un creatore, quella coppia cerca la sua identità: cerca la sua parte creativa, le sue idee, e la sua visione della loro storia. Quando percepisco questa fiducia e mi innamoro della storia, allora è tutto molto semplice. So che riuscirò a creare il modo perfetto per raccontare la storia di quella coppia, e so che si fideranno di me per farlo “a modo loro con il mio stile unico”.

 

Il tuo lavoro consiste nell’avverare il sogno degli altri. Ma quali sono i tuoi sogni e i tuoi obiettivi per il futuro?

Il 2017 è stato uno degli anni più incredibili ed emozionanti di sempre.

Cominciando dall’esperienza di Love me in Liguria, dai meravigliosi matrimoni che ho creato e terminando alla fine dell’anno con la “Mexican Experience“, come l’ho definita, l’incredibile avventura di Belief Retreat e il lancio del fantastico progetto internazionale Two + Us per aiutare le coppie bisognose a realizzare il loro sogno di matrimonio… Tutto questo ha reso il 2017 un anno molto speciale.

Anche la “Mexican Experience” mi ha portato qualcosa di nuovo e una “strana sensazione”, perché mi sono fidanzato e ora faccio parte dell'”altra parte”!

I miei sogni e i miei obiettivi per il futuro sono di aiutare il progetto “Two + Us” a crescere e di portarlo in Portogallo nel 2018; iniziare a pianificare il mio matrimonio per il 2019 con i miei wedding planners; e continuare a fare ciò che amo fare con la mia identità, a modo mio, e continuare a credere che l’amore possa davvero cambiare le cose per il meglio.

Anche il 2018 sarà un anno in cui verrà lanciato un progetto a lungo termine. Nasceranno i Portuguese Wedding Ambassadors, di cui presto avrete notizie…