Matrimonio in Valle d’Aosta: castelli medievali, alte montagne, tradizioni

Matrimonio in Valle d’Aosta: castelli medievali, alte montagne, tradizioni

Matrimonio in Valle d’Aosta tra natura incontaminata e magia della neve

La Valle d’Aosta è la più piccola regione d’Italia, caratterizzata da una natura incontaminata, da ruscelli, valli e ghiacciai. L’estate è fresca e i temporali estivi non mancano. Certo, la temperatura mite è l’ideale per un matrimonio all’aperto. Regione prettamente montana, la Valle d’Aosta ben si presta ad un matrimonio invernale, godendo di tutta la magia che la neve regala. Location da favola vengono proposte agli sposi che scelgono di trascorrere il loro matrimonio in Valle d’Aosta tra rifugi e baite di charme.

matrimonio in Valle d'Aosta

Valle d’Aosta, matrimonio da sogno in un castello principesco o eccezionale nella montagna più alta

Affittare un castello in Valle d’Aosta per il giorno più importante della vita farà sentire gli sposi come dei principi, sia che lo scelgano per il ricevimento di nozze sia che sia semplicemente il set fotografico del loro album nuziale. Stupendi castelli sono a loro disposizione, oltre alla città di Aosta, ricca di monumenti di età romana. In Valle d’Aosta è possibile organizzare un matrimonio classico e romantico, che rispecchi il carattere degli sposi e le loro aspettative ma anche insolito per chi preferisce osare. Per le coppie, infatti, che amano l’avventura, l’immensità delle montagne, con i suoi boschi e la roccia a picco, faranno da sfondo ad un matrimonio insolito in mongolfiera o in paracadute. Oppure nella cornice spettacolare dei ghiacciai del Monte Bianco, per il “si” più alto d’Europa, in un contesto che lascia gli sposi e i loro ospiti senza fiato.

matrimonio in Valle d'Aosta

Valle d’Aosta, matrimonio tra tradizioni e usanze locali

Numerose sono le tradizioni legate al matrimonio in Valle d’Aosta, oggi per lo più perse o ricordate in chiave simbolica. Il matrimonio a seconda delle zone veniva celebrato la domenica o il lunedì mattina e la domenica successiva alle nozze la suocera invitava la nuora a prendere posto, durante la Messa, al banco di famiglia. Se uno degli sposi, al momento delle nozze, aveva un fratello o una sorella in età da matrimonio ma celibe o nubile, durante le danze, gli veniva offerto un caprone bianco, segno di buon auspicio.