Love me in Toscana. La luna di miele in vespa: Pisa e Livorno

Love me in Toscana. La luna di miele in vespa: Pisa e Livorno

Cosa c’è di meglio che affittare una vespa a Pisa per la nostra luna di miele?

Il fascino senza tempo della vespa, simbolo dell’Italia, ci convince e ci sentiamo come in un vecchio film. Chiunque ci vedesse sfrecciare, abbracciati, con lei che mi stringe i fianchi, riconoscerebbe che impersoniamo l’amore stesso. Ci siamo sposati, certo, ma ciò non implica che abbiamo perso lo spirito da ragazzini di quando ci siamo conosciuti!

Siamo entusiasti di vedere finalmente Pisa, di farla uscire dalla cartolina nella nostra mente. Pisa è avvolta da una leggenda, che fa risalire la sua origine addirittura alla città di Pisa nel Peloponneso, da cui provenivano i profughi troiani che la fondarono. Affascinati, arriviamo in Piazza dei Miracoli, e capiamo davvero perché porta questo nome: la Torre pendente, il Duomo, il Battistero e il Camposanto Monumentale sembrano sorgere magicamente dal prato che li circonda.

luna di miele a Pisa e Livorno

Vediamo quanto i pisani vivano il loro Arno mentre percorriamo i lungarni, costeggiati dai palazzi storici della città, di aspetto rinascimentale ma dal cuore medievale. Dentro la chiesa di Santa Maria della Spina, la Madonna della Rosa di Andrea e Nino Pisano ci sorride con le sue labbra morbide, scolpite nel burro.

Guardiamo l’orologio e ci precipitiamo verso Piazza dei Cavalieri, per secoli luogo del potere civile cittadino. La visita guidata al Palazzo dell’Orologio ci aspetta, e le nostre giornate sui libri scolastici riaffiorano immediatamente: nell’edificio fu incorporata la  “torre della Fame”, luogo in cui morirono il Conte Ugolino Della Gherardesca e i suoi figli, che Dante ci rese tanto noti.

Luna di miele a Pisa e Livorno

Mangiamo un boccone passeggiando sotto i portici di Borgo stretto e Borgo largo, e ammiriamo i palazzi del XIV e XV secolo, che i nobili costruivano facendo a gara a chi possedesse il più bello. Ci sentiamo indubbiamente grati per il risultato della loro competitività. Prima di ripartire, sorseggiamo un caffè in un tavolino all’aperto, assaggiando una fetta di ottima Torta Co’ Bischeri e osservando i pisani assaporare intensamente la loro città. Via delle ColonnePiazza delle Vettovaglie, Piazza del Pozzetto… Pisa è viva, pulsante, e sembra volerci coinvolgere nella sua anima sfavillante.

A cavallo della Vespa, percorriamo l’Arno pieni di entusiasmo, facendoci inebriare dai profumi nuovi della primavera che risveglia la natura circostante, meravigliosa.

Qui, alla foce dell’Arno, si vedono chiaramente le acque di due colori, più azzurre quelle del fiume, più verdi quelle del mare. Dietro di noi, la pianura e poi le Alpi Apuane, quelle dei famosi marmi di Carrara da cui Michelangelo traeva i suoi capolavori.

luna di miele a Pisa e Livorno

Arriviamo in pieno pomeriggio a Livorno, respirando l’aria salmastra dell’antica potenza marittima del Mediterraneo. Il mare è essenza stessa della città. Dalla Fortezza Vecchia, guardiano antico del porto, si insinua all’interno fino alla Fortezza Nuova, nel centro storico. Decidiamo quindi che per cogliere la vera sostanza di Livorno ci dobbiamo addentrare nei suoi canali con un affascinante giro in battello.

Luna di miele a Pisa e Livorno

L’aria elegante della città, quasi nostalgica, si esprime particolarmente nel quartiere Ardenza, puntellato di villini in stile liberty, alle spalle del lungomare. La vista è rilassante, un lenitivo per l’anima. Passeggiamo mano nella mano mentre il sole ci regala un tramonto intenso, e ci avviamo verso un ristorantino, pronti ad assaggiare il mitico cacciucco, la zuppa di pesce di cui tanto abbiamo sentito parlare.

Quali altri luoghi magici ci farà scoprire la nostra vespa?

Luna di miele a Pisa e Livorno

Per un assaggio in più sulla Toscana romantica: Love me in Tuscany.

La guida completa del perfetto viaggio di coppia è Love me in Toscana.