Luna di miele: le 10 destinazioni top per un viaggio di nozze indimenticabile in Veneto

Luna di miele: le 10 destinazioni top per un viaggio di nozze indimenticabile in Veneto

Ricordo come se fosse ieri il giorno in cui mio marito mi chiese di sposarlo. Arrivati a Malcesine, in Veneto, ha noleggiato per una sera uno yacht per cenare sul Lago di Garda e proprio lì, fra le luci del tramonto, mi diede un bellissimo anello di diamanti che conservo ancora oggi come se fosse la cosa più preziosa del mondo. Così, per la luna di miele, ho insistito tanto per tornare in Veneto per scoprire tutte le sue meraviglie, e Thomas mi ha accontentata: dice che si è innamorato di me proprio per la mia voglia di scoprire e approfondire tutto ciò che mi fa battere il cuore. Siamo tornati da settimane ormai, ma non mi stanco mai di raccontare che splendido viaggio di nozze sia stato il nostro!

Verona

La nostra prima meta è stata Verona: abbiamo alloggiato per tre giorni in un bellissimo hotel 4 stelle a due minuti dal centro. Abbiamo visitato il centro storico, la casa di Giulietta (e ovviamente scritto i nostri nomi sul muro!), mangiato in ottimi ristoranti dei piatti tipici della città e del circondario come i nodi d’amore di Valeggio, il brasato di cavallo, gli gnocchi e poi ancora la polenta, il risotto all’amarone, il pandoro! Ma l’emozione più grande è stata assistere a uno spettacolo del Arena di Verona Opera Festival, che si svolge ogni estate proprio nell’Arena, l’anfiteatro romano meglio conservato di tutta Italia. È una manifestazione di musica operistica, e abbiamo avuto l’onore di assistere alla Traviata di Giuseppe Verdi dall’esclusivo settore “Poltronissima Platinum”.

La Traviata di Verdi 2019 Arena di Verona Veneto Viaggio di Nozze
Una scena da “La Traviata” di Franco Zeffirelli all’Arena di Verona

Vicenza

Dopo Verona, la nostra seconda meta è stata una fuga romantica di una notte a Vicenza, una città che è stata dichiarata patrimonio dell’UNESCO. Abbiamo visitato i Giardini Salvi, che contengono al loro interno la Loggia Valmarana progettata da un allievo di Palladio, e sotto la quale scorre la Seriola, un corso d’acqua che rende l’atmosfera incantata e suggestiva. Poi abbiamo visitato il tempio di San Lorenzo, con il suo chiostro quattrocentesco in stile rinascimentale, il meraviglioso Teatro Olimpico e la Chiesa di Santa Corona. Abbiamo cenato in un ristorante in cui ci hanno servito baccalà alla vicentina, la sopressa, il tartuffo nero dei Berici, il tutto accompagnato da un ottimo Gambarella DOC.

Loggia Valmarana
Loggia Valmarana, all’interno dei Giardini Salvi

Padova

Dopodiché ci siamo spostati verso Padova, altra città piena di segreti e tutta da scoprire. È famosa per essere uno dei più antichi centri universitari del mondo. Lì abbiamo visto e ci siamo goduti Prato della Valle, una delle piazze più grandi d’Europa. Poi abbiamo visitato la Cappella degli Scrovegni, medievale e ricca di affreschi mozzafiato, la Basilica di Sant’Antonio e il Palazzo della Ragione. E’ stato un vero piacere soprattutto poter assaporare la vita universitaria della città, che dal 1222 scorre in ogni via. Abbiamo preso un tè in uno stupendo caffè in centro, il Caffè Pedrocchi, tra i più famosi e antichi d’Italia, in cui i padovani solo soliti incontrarsi per riposare e fare due chiacchiere. Un’atmosfera giovane e frizzante che un po’ mi manca.

Caffè Pedrocchi Padova Love me in Veneto Luna di Miele
L’interno del Caffè Pedrocchi a Padova

Belluno: a metà fra cultura e…

I successivi tre giorni li abbiamo dedicati interamente all’esplorazione del territorio bellunese, famoso per le sue Dolomiti. Il primo giorno abbiamo visitato la città: il Palazzo dei Rettori a nord di Piazza Duomo, la basilica di San Martino e Palazzo Fulcis, con i suoi musei civici.

Scopri il Veneto anche su www.veneto.eu

…natura selvaggia!

Il secondo giorno, invece, l’abbiamo passata alle forre del torrente Ardo, nel cuore del Parco Nazionale ai piedi del Monte Schiara, la montagna più alta delle Dolomiti Bellunesi. E’ un canyon scavato nei secoli dalle acque del torrente, e se come me amate stare in mezzo alla natura e gli animali, è il posto che fa per voi.

Brent de l'Art Forre del torrente Ardo Dolomiti Bellunesi Viaggio di nozze Love me in Veneto
Brent de l’Art (Le forre del torrente Ardo)

Nel pomeriggio invece siamo andati a fare un’escursione, seguendo la via Ferrata Marmol: se non siete tanto esperti, è una delle più semplici ma allo stesso tempo vi permette di ammirare tutta la bellezza del territorio. Dopo tre ore di camminata siamo arrivati al rifugio, in cui la nostra fatica è stata ben ricompensata! Infatti la cucina bellunese è una delle cose che più mi è rimasta nel cuore: ragù a base di cervo, salsicce e formaggi caserecci sono i piatti tipici, e come potevano mancare le grappe aromatizzate fatte in casa? Ne abbiamo assaggiate per tutti i gusti, dal cumino, all’abete, ai mirtilli.

Cortina

A quel punto non potevamo non passare per Cortina D’Ampezzo. Il periodo migliore per visitarla è senza dubbio l’inverno, in quanto si tratta di una delle più importanti mete sciistiche italiane, però anche visitarla d’estate ha avuto i suoi vantaggi: siamo stati al Lago Sorapiss a prendere il sole. Così, immersi nel blu e nella natura, era meglio che stare alla spa. Lo ammetto: nel pomeriggio mi sono lasciata andare a un po’ di shopping in Corso Italia, famoso per poter trovare capi di design all’ultima moda!

Lago del Sorapiss Cortina viaggio di nozze in Veneto
Lago del Sorapiss, tra i comuni di Cortina d’Ampezzo e San Vito di Cadore

Scopri il Veneto anche su www.veneto.eu

Colline del prosecco

La nostra seconda settimana non poteva iniziare in modo migliore! Ci siamo infatti spostati verso la provincia di Treviso, in particolare abbiamo avuto il piacere di guidare con la capote abbassata tra le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. Arrivando siamo stati travolti da una visuale davvero suggestiva: chilometri e chilometri di vigneti punteggiati da deliziose case rurali. Ma la cosa più emozionante è stata senz’altro visitare una cantina guidati dall’esperienza del proprietario. Sita all’interno di una villa, come spesso accade, è un dedalo di archi e colonne. Le bottiglie disposte ordinatamente, le botti enormi e l’odore di storia e tradizione sono stati la cornice perfetta per una degustazione in grande stile. Abbiamo assaggiato i vini migliori accostandoli ai prodotti locali, facendo così un viaggio nel viaggio!

Colline del Prosecco Viaggio di Nozze Love me in Veneto
Collagù, località di Farra di Soligo

Treviso

Il giorno seguente abbiamo invece visitato Treviso, una città in cui lo sfarzo si respira in ogni angolo. In particolare Piazza dei Signori, il Palazzo dei Trecento, la Loggia dei Cavalieri e le vie attigue mantengono un’atmosfera incantata, dal gusto medievale. È bellissimo passeggiare per il centro della città, accompagnati dall’eco dei tacchi sul pavè, e scoprirne tutti i vicoli e i piccoli bar. Il caso ha voluto che capitassimo lì proprio nel periodo in cui si svolge ogni anno un festival musicale, quindi la sera abbiamo avuto il piacere di assistere a diversi concerti passeggiando sulle mura cittadine.

Treviso Luna di miele Love me in Veneto

Una piccola fuga… al mare!

Dopo dei giorni così intensi, abbiamo deciso di concederci un paio di giornate di riposo, prenotando un albergo al mare a Caorle. Si tratta di una cittadina piccola e tranquilla, molto diversa dalla classica destinazione marittima sempre affollata e piena di vita. Mi sono letteralmente innamorata di quel borgo così colorato, familiare e caratteristico. Il lungomare, chiamato “ScoglieraViva” è una gioia per gli occhi nonchè una delle più belle passeggaite dell’Alto Adriatico, che si conclude nei pressi del Santuario della Madonna dell’Angelo. Le spiagge poi non sono da meno: spaziose e pulite, sono il posto ideale per passare qualche giorno a farsi coccolare dal sole.

"ScoglieraViva" Lungomare di Caorle Luna di miele Love me in Veneto
“ScoglieraViva” – il lungomare di Caorle

Venezia

Come si suol dire, dulcis in fundo: come poteva mancare, nella nostra luna di miele in Veneto, la città di Venezia? Abbiamo deciso di tenerla alla fine perché volevamo gustarcela appieno senza fretta, come una ciliegina sulla torta. Vi abbiamo trascorso gli ultimi 5 giorni, che sono stati davvero indimenticabili. Venezia è un capolavoro, un vero e proprio museo a cielo aperto che regala attimi di stupore a ogni sguardo. Abbiamo visitato ovviamente i luoghi d’interesse più importanti come Piazza San Marco, il ponte di Rialto e l’Arsenale, ma abbiamo anche deciso di perderci intenzionalmente nelle sue calli per scoprirne tutti i segreti.

Abbiamo visitato le isole più celebri, assaggiato e imparato a fare i biscotti tipici dell’isola di Burano, i “Bussolà“; ammirato artigiani all’opera nelle vetrerie di Murano, scoperto la storia di Torcello. E poi ancora la collezione Peggy Guggenheim, la Ca’ D’oro… eppure queste sono solo poche delle innumerevoli attrazioni che questa città magica ha da offrire.

Gabbiani affamati in bacino di San Marco Luna di miele Love me in Veneto
Il Bacino di San Marco.
Ph credits: ©Andrea Pattaro/Vision

Porterò sempre nel cuore questo viaggio di nozze: la nostra “fuga romantica” lontana dal tedio della vita di tutti i giorni, in un luogo incantato e spettacolare come il Veneto. È incredibile come possa offrire una così grande varietà di paesaggi e luoghi da vedere. È un posto magico, in cui abbiamo lasciato il cuore, e in cui contiamo sicuramente di tornare il più presto possibile.

Ti è piaciuto questo articolo e vuoi saperne di più? Scrivici a info@lovemeinitaly.com oppure clicca qui!