Love me in Liguria: sciroppo di rose e acqua di fiori d’arancio

Love me in Liguria: sciroppo di rose e acqua di fiori d’arancio

Preparato con acqua zucchero limone e petali di rosa, lo sciroppo di rose è un’infuso delizioso al palato che può essere consumato caldo, per lenire la bronchite in inverno o fresco, in piena estate per dissetarsi dal calore.

«Stiamo camminando mano nella mano attraverso Genova, il tuo passo leggero al ritmo del mare poco lontano. Poi all’improvviso ti aggrappi al mio braccio e mi ritrovo all’interno di una piccola bottega all’incrocio della via, tutta candele profumate, biancheria pulita e luci fredde. In piedi in mezzo alla stanza, sfiori con le dita la fila di boccette di liquido rosa poste sullo scaffale più alto. “Mi spieghi tutto” chiedi alla giovane commessa, e lei si lancia entusiasta in una lunga spiegazione, la voce cristallina. “Può diventare uno sciroppo caldo per l’inverno o fresco per l’estate, oppure un elisir lenitivo e dissetante, utile per curare bronchiti ed infiammazioni. Si può addirittura usare per aromatizzare i cibi o goderselo come aperitivo!” Estasiata, batti le mani e ne compri tre bottigliette: è Sciroppo di Rose. Ridendo ti prendo sottobraccio “Dai Rosa, andiamo a mangiare”».

Love me in Liguria, tradizione

Il distillato ai fiori d’arancio è una specialità tipica ligure usata soprattutto in pasticceria per bagnare dolci e base di torte.

«Siamo seduti in un piccolo caffè nel centro storico di Vallebona, circondati dal sole e dall’estate. Davanti a te un pezzo di torta ancora intatto, che tu testarda continui ad annusare come un cane da tartufo. Da diligente studentessa quale sei, alzi paziente la mano al cielo per catturare l’attenzione del cameriere. Lui ti elenca tutti gli ingredienti del dolce: vaniglia, zucchero, crema chantilly. Tu continui a scuotere frustrata la testa, nessuno di quelli è il profumo che stai cercando. È infine una signora anziana seduta alle nostre spalle, una sciarpa gialla attorno al collo rugoso, che ci svela il tuo mistero. “È l’aroma dell’Acqua di fiori d’Arancio, viene distillata dai fiori di quegli alberi d’arancio che vedi lì, sul lato della valle.” Una specialità ligure d’antichissime tradizioni, riesumata dalla storia e dalle tradizioni di Vallebona per donarle di nuovo il titolo di terra degli aranci. Tu le sorridi grata, il vivo ricordo del profumo agrumato che ha acceso i tuoi giorni di bambina in Liguria ancora vivo dietro le tue palpebre.»