Bouquet di lavanda

Bouquet di lavanda

Simbologia e stile di un bouquet al profumo di lavanda

Il suo nome identifica anche una sfumatura delicata e molto femminile del colore viola, spesso e volentieri prestata a quelle spose amanti dell’eleganza e, allo stesso tempo, di quella leggerezza un po’ “country” che ispira il fiore dal quale prende il nome.

bouquet di lavanda

E’ la LAVANDA; quella colorata spiga che fiorisce tra giugno e settembre, che riempie gli occhi quando la si incontra in sconfinate distese lilla, e anche armadi e cassetti, quando “farcisce” gli indispensabili sacchettini profuma biancheria!

campo di lavanda, bouquet di lavanda

Nel linguaggio dei fiori, al quale si presta particolare attenzione nella scelta della composizione floreale del bouquet di una sposa, la lavanda ha un duplice significato: se infatti da un lato esprime “diffidenza” (tradizione vuole che venisse usata come “antidoto” ai morsi di serpente, ma che contemporaneamente i suoi cespugli fossero dei serpenti il nido ideale), dall’altro è foriera di ricordi felici.

Il bouquet di lavanda prevede un utilizzo di questo inebriante fiore “a cascata”, all’interno di una composizione che predilige tutte le gradazioni del viola.

bouquet di lavanda per la sposa

Proprio per la sua natura affusolata, la floral designer Patrizia Di Braida, lo sogna (e lo realizza) in questa particolarissima forma a goccia, arricchito da preziosi nastri ton sur ton che richiamano l’opulenza e il fascino dei tessuti damascati, dei broccati e degli eleganti velluti, per una sposa quasi d’altri tempi.