Hotel Savoy, una storia d’amore: un romantico weekend

Hotel Savoy, una storia d’amore: un romantico weekend

È passato un anno dalla celebrazione del nostro matrimonio. Da quel giorno intenso, ricco di emozioni, di momenti indimenticabili e di ricordi che sono impressi nelle nostre menti e nel nostro cuore in maniera indelebile. Un anno dalle nostre promesse di amore e fedeltà per tutta la vita, un anno dal ricevimento all’Hotel Savoy, la location perfetta per la festa delle nostre nozze. Dunque non potevamo scegliere un posto diverso dove trascorrere un weekend il nostro primo anniversario, all’insegna dell’eleganza, del buon cibo e della splendida Città Eterna, luogo a cui siamo entrambi legati e che non ci stanchiamo mai di visitare.

Love me in Italy, Hotel Savoy

Dopo l’arrivo e la sistemazione in una delle stanze, decidiamo di uscire a fare una passeggiata nel cuore di Roma, godendoci le ultime ore del pomeriggio, fino al tramonto. A due passi dall’Hotel Savoy, ecco che davanti a noi si apre, imponente e maestosa, la bellissima Piazza di Spagna con la sua scalinata inconfondibile di travertino. Proseguiamo attraversando Via Ludovisi e le vie limitrofe fino a raggiungere Trinità dei Monti. Tra una strada e l’altra, tu ti fermi ad ammirare le vetrine delle grandi boutique, gli abiti che fanno sognare e che sono simbolo di una tradizione sartoriale italiana tanto antica quanto attuale. E poi le luci, i colori, i profumi che escono dalle pasticcerie, i bar e i locali pieni di gente…Roma è sempre bellissima.

Love me in Italy, Hotel Savoy

Decidiamo di rientrare in hotel per cena e ci concediamo una serata al Granet Restaurant & Terraces, all’interno dell’Hotel Savoy, proprio nel roof garden, dove esattamente un anno prima aveva luogo il ricevimento del nostro matrimonio: è una strana sensazione essere di nuovo qui, ma questa volta soli io e te, mentre nella nostra mente scorrono le immagini del nostro giorno, degli amici e i parenti vestiti a festa, del banchetto nuziale, la torta, i sorrisi, i baci… Ci regaliamo un menù a base di pesce e un calice di vino pregiato e mentre brindiamo, i nostri occhi s’incrociano, grati per tutto quello che è stato fino ad oggi e impazienti di vedere cosa ci riserverà il futuro insieme. Infine, prima di rientrare in stanza, percorriamo quella romantica scala che conduce al “mezzanino degli innamorati”, per rivedere di nuovo quel paesaggio incredibile su San Pietro, sul Vittoriano, sul Palazzo del Quirinale, su Villa Medici e sul Pincio.

È lì che ci scambiamo un bacio, rinnovando una promessa d’amore eterno, come questa splendida città che ha fatto da cornice ai nostri momenti più significativi.