Pasqua e Pasquetta 2017: cosa fare in Emilia Romagna

Pasqua e Pasquetta 2017: cosa fare in Emilia Romagna

Come trascorrere qualche giorno in Emilia Romagna per le vacanze di Pasqua? Ecco qualche idea per un weekend di primavera

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”. Secondo un antico proverbio, se le festività natalizie sono da trascorrere con la famiglia, in casa, al caldo del fuoco acceso nel camino, la Pasqua rappresenta l’occasione migliore per una bella gita fuori porta. Che si tratti solo di un giorno o di un weekend non importa: ciò che conta è uscire, distrarsi, vedere posti nuovi, staccare dalla routine quotidiana e regalarsi uno “spring break” dopo un inverno lungo e freddo. Del resto, tra aprile e maggio le giornate sono più lunghe e, se il tempo è bello, la Pasqua è la festa che dà inizio ufficialmente alla stagione estiva.
L’Emilia Romagna è una regione che offre molte alternative su come trascorrere la vigilia, la domenica e il Lunedì Dell’Angelo: tra passeggiate al mare, gite in collina, relax alle terme, pranzi in ristoranti tipici, parchi divertimento, visite di mostre, eventi e piccoli paesini dai borghi caratteristici.

Vacanze di Pasqua, itinerari dell'Emilia Romagna, cosa fare a Pasquetta

Pasqua in riviera romagnola
Il mare apre finalmente le porte all’estate imminente e chi ama la spiaggia, il lungomare, i localini all’aperto, potrà godersi la Pasqua sulla riviera. Pranzo a base di pesce nei ristorantini tipici, passeggiate a piedi nudi sulla sabbia, tornei di beach volley, o addirittura, i più coraggiosi possono tentare il primo bagno nell’Adriatico, ovviamente se il clima lo permette. In caso di maltempo, una giornata alle terme sarà una valida alternativa: tra piscine riscaldate, saune, idromassaggi trascorrere  una giornata o due all’insegna del benessere e del relax avrà un effetto rigenerante su corpo e mente.

Sport, cultura ed enogastronomia in Romagna
Gli appassionati di sport che vogliono approfittare di questi giorni per potere praticare la loro attività preferita hanno ampia scelta: si può fare trekking sulle quote delle montagne nei dintorni,  come il percorso dell’Alta Via dei Parchi, lungo l’appennino tosco romagnolo, oppure dedicarsi al ciclismo, sulle Ciclovie dei Parchi dell’Emilia Romagna, adatte anche ai principianti. Non mancheranno nemmeno escursioni a piedi o in barca, laboratori e incontri speciali nel Parco del Delta del Po.
Infine, chi ama prendersi dei tempi un po’ più lenti, rifuggendo dalla frenesia di tutti i giorni, potrà optare per un weekend di Pasqua e Pasquetta culturale, visitando i borghi medievali limitrofi alle città d’arte, assistere alle sagre di paese organizzate ad hoc e, naturalmente, deliziare il palato con le tipiche specialità enogastronomiche locali. Buona Pasqua romagnola!

cosa fare a pasquetta in Emilia Romagna - Decorazioni - Pasqua 2017