Intervista a Jessica Ciaffarini, la creatrice di Unusual Bouquet

Intervista a Jessica Ciaffarini, la creatrice di Unusual Bouquet

Un’artista moderna: Jessica Ciaffarini, la creatrice di Unusual Bouquet, ci racconta come crea un bouquet da sposa con materiali alternativi e senza recidere alcun fiore.

Pensavate che il bouquet della sposa potesse essere solo fatto di fiori? Pensavate che l’unico modo per conservarlo negli anni fosse quello di farlo seccare piano piano, senza avere la certezza di riuscire ad ottenere un buon risultato? Beh, vi sbagliavate! I bouquet ora possono essere realizzati in tanti materiali diversi, e a raccontarcelo è proprio Jessica Ciaffarini, fondatrice di Unusual Bouquet. Un grande talento e una grande passione che le permettono di “plasmare” metalli, fiori di carta, bottoni, pietre preziose, al fine di creare dei bouquet davvero unici, personalizzati e destinati a rimanere intatti nel tempo.

boquet alternativi sposa

– Jessica, qual è la Sua arte e come è nata questa passione?
La mia arte consiste nel realizzare tutto ciò che mi richiedono…. Almeno fino adesso non ho avuto problemi nel farlo 🙂 La mia passione è nata da quando ho incominciato a vedere i primi bouquet alternativi nel web. Da li mi sono voluta imbarcare in un mondo nuovo ma a modo mio.
Infatti mi piace molto esprimermi in ciò che faccio, proponendo sempre il “proprio” bouquet ad ogni sposa.
Mi piacciono le sfide e non mi tiro mai indietro difronte a nuove proposte.
Trovo che sia il giusto pepe che serve nel mondo di Unusual Bouquet.
Il settore specifico dove opero è il wedding, quindi realizzo bouquet da sposa che possano essere riproduzioni di fiori veri o delle opere moderne.
Quando mi imbatto nella realizzazione di opere particolari, utilizzo vari tipi di materiali come i Lego, i bottoni, metalli come ottone e il rame e tutto ciò che mi può ispirare.

– Come si realizza un bouquet alternativo quindi senza fiori recisi e destinato ad appassire?
Un “mio” Unusual Bouquet si realizza attraverso diversi materiali che vengono plasmati fino ad ottenere il risultato voluto.
Questi materiali possono essere la stoffa, la carta, la lavorazione a caldo della seta, che viene spesso adottata nel mondo della moda.
Inoltre ci sono tanti altri materiali che danno la grande opportunità di dare quel tocco di originalità al proprio bouquet, mantenendo sempre l’eleganza e l’originalità che serve ad un matrimonio.
Sto parlando dei bottoni, dei mattoncini Lego e anche l’utilizzo di pietre preziose e metalli.

boquet alternativi unusual

– Quali sono i materiali che utilizza più spesso, per realizzare un bouquet?
Indubbiamente i Lego. Il bouquet Lego è stata una creazione che mi ha portato molta soddisfazione. Progettato da me, questa creazione ha avuto talmente successo da richiedere anche una seconda versione.
Un secondo materiale che utilizzo molto è la carta eva. Quando viene manipolato a dovere, da dei risultati pari ad un fiore vero.
E poi c’è la carta, molto utilizzata e anche apprezzata dalle spose perché ecologica.

bouquet alternativi disegno

– Da dove prende ispirazione per proporre idee nuove alla futura sposa che si rivolge a Lei? O forse è la sposa stessa che fa una richiesta particolare e diversa dal solito?
Sono le spose le mie muse ispiratrici. Tramite le loro richieste e le loro storie mi trasmettono l’immagine del loro bouquet. Insieme poi lo elaboriamo prima con uno schizzo su carta colorata, poi si passa alla produzione. Solo così si può ottenere una creazione che appartiene alla sposa 100%

– Quanto tempo richiede la realizzazione di un bouquet alternativo? E oltre a questo, si possono abbinare anche gli accessori come il portafedi o altri elementi di allestimento nel matrimonio?
Dipende dal tipo di lavorazione che viene impiegato e alla grandezza del bouquet. Inoltre molto spesso vengo abbinati ad essi anche gli accessori in coordinato come le bottoniere da uomo, il portafedi oppure il bouquet da lancio.
Diciamo che se si deve realizzare solo il bouquet per la sposa, dovrei essere contatta due mesi prima la data dell’evento. In questo modo ho tutto il tempo per coordinarmi con la sposa e reperire i materiali.
Generalmente mi soffermo solo nella realizzazione degli accessori, come appunto il protafedi, ma ci sono state occasioni dove ho realizzato anche l’allestimento per un matrimonio.

bouquet alternativi gioiello

– Qual è la sposa tipo che si rivolge a Lei per avere un bouquet diverso dal solito?
Sicuramente la sposa che non ama i fiori recisi, colei che vuole un qualcosa di originale e che vuole salvaguardare l’ambiente.
Oggi giorno il panorama del wedding sta cambiando molto e anche se viviamo in un paese molto radicato nella tradizione, c’è sempre più voglia di cambiare e volere cose originali. Sopratutto c’è molta attenzione al portafogli, così vengono fatte scelte su cose che possano rimanere nel tempo e quindi diventare oggetti di design per la propria casa.

bouquet alternativi idea