Abano Terme, Arquà Petrarca e Praglia: itinerari nei Colli Euganei tra arte, natura e gusto

Abano Terme, Arquà Petrarca e Praglia: itinerari nei Colli Euganei tra arte, natura e gusto

Apro gli occhi lentamente, svegliata da una tiepida brezza. “Jonathan deve aver aperto la finestra”, penso mentre le ultime immagini sfocate del mio bel sogno abbandonano la mente. Faccio un respiro profondo e mi riempio del profumo di primavera che ha invaso la stanza: l’erba fresca appena tagliata, i primi fiori che sbocciano… la natura è in pieno risveglio e sento forte il suo richiamo.

Abbandono il nido di lenzuola bianche che mi aveva coccolato fino a questo istante e raggiungo mio marito.
«Buongiorno, amore mio!»

AbanoRitz Design Suite White

 

Colazione all’AbanoRitz

Una ricca colazione ci aspetta al piano terra. Ancor prima di entrare in sala, il profumo di cornetti appena sfornati mi fa tornare bambina. Mi ricorda le colazioni della domenica mattina dai miei nonni, dove trascorrevo l’estate immersa nel verde e assaporando le torte fatte in casa. Inoltre, la gentilezza e la dedizione del personale dell’AbanoRitz Thermae & Wellness Hotel mi donano proprio quel calore familiare che associo alla mia infanzia.

Ci viziamo un po’, ma ora abbiamo davvero l’energia giusta per vivere al meglio questa giornata sognata da mesi: ci attende una lunga escursione sui Colli Euganei!

Colazione AbanoRitz

 

Alla scoperta dei Colli Euganei tra arte, natura e gusto

Poco prima di prenotare la nostra settimana alle terme, avevo scoperto sul blog dell’AbanoRitz l’esistenza di un anello ciclabile per lo più pianeggiante di 64 km che si estende intorno al perimetro del Parco Regionale dei Colli Euganei. Da questo percorso partono gli itinerari eno-gastronomici della Strada del Vino dei Colli Euganei, che comprendono oltre 40 cantine, agriturismi e ristoranti.

Inforchiamo le bici con pedalata assistita messe a disposizione dall’hotel e partiamo dall’enorme parco-giardino dell’AbanoRitz. Iniziamo a pedalare, baciati dal sole e accarezzati dal venticello ormai estivo. Usciamo da Abano Terme e subito ci troviamo immersi nella natura, abbracciati da distese interminabili di prati e vigneti verdi. Davanti ai nostri occhi prende vita un dipinto: i Colli Euganei ne abbelliscono lo sfondo con il loro color verde brillante, a contrasto con l’azzurro del cielo terso. Infine, piccoli borghi storici, antichi monasteri e castelli medievali impreziosiscono i dolci pendii come candide perle preziose.

AbanoRitz collineCi dirigiamo verso Arquà Petrarca, al secondo posto tra i borghi medievali più belli d’Italia. Siamo fortunati: proprio oggi la cittadina ospita un’esposizione di artigianato locale e primizie tipiche. Ci fermiamo presso uno degli stand e assistiamo alla spiegazione delle tecniche originarie per la lavorazione della giuggiola, frutto antico e dolcissimo.

Proseguiamo il nostro tour alla scoperta di antichi palazzi aristocratici, un tempo dimore di grandi artisti e personaggi illustri. Prima di ripartire visitiamo infine la casa di Francesco Petrarca e la chiesa medievale di Santa Maria Assunta. Pranziamo quindi in un ristorantino delizioso, dove dividiamo un’ottima pasta con asparagi e piselli primavera.

 

Da Arquà Petrarca a Praglia

Arriviamo all’Abbazia di Praglia dopo circa venti incantevoli kilometri di strada nel Parco Regionale dei Colli Euganei, su sentieri che si snodano tra querce secolari, boschi di castagno, campi coltivati e vigneti. Siamo giusto in tempo per la visita guidata delle 17.30, l’ultima della giornata.

Accompagnati da un monaco benedettino, scopriamo i quattro chiostri del complesso monastico, gli affreschi della basilica e la solennità della biblioteca antica. Il nostro giro termina nella cantina, dove acquistiamo due bottiglie di Moscato Fiordarancio da portare ai nostri genitori.

Abbazia di Praglia

Sulla via del ritorno non smetto di tempestare Jonathan con i miei commenti entusiasti sulle scoperte della giornata. Non riesco a non pensare a quanta bellezza abbiamo vissuto in così poco tempo. Aver scelto l’AbanoRitz con la sua posizione strategica ci ha offerto davvero un’opportunità unica e indimenticabile!

 

Tramonto mozzafiato nel parco-giardino dell’AbanoRitz

Parcheggiamo le nostre bici, stanchi e soddisfatti. Prima di salire in camera, Jonathan mi prende per mano e mi porta sotto un tempietto, situato nel parco-giardino dell’hotel. Ci accoccoliamo in questo scrigno di pietra e godiamo in silenzio del meraviglioso spettacolo che si apre davanti a noi. Un tramonto mozzafiato ci sorprende: i raggi del sole tingono qualsiasi cosa con colori caldi, il cielo si è sfumato di rosa e l’aria è diventata un po’ più pungente.

Intorno a noi, solo pace e quiete.
Chiudo gli occhi e mi stringo a Jonathan ancora un po’ più forte. Sospiro e mi sento in pace con me stessa, in armonia con la natura che mi circonda. La conclusione perfetta per una giornata indimenticabile.

 

> Per maggiori informazioni su esperienze romantiche e soggiorni alle terme scrivici a info@lovemeinitaly.com

AbanoRitz tempietto

Foto di Giovanni De Sandre

Dettagli Tania Ferronato

Sono una linguista che ama la fonologia, i viaggi e il cibo. La mia più grande passione è scrivere. Adoro la sensazione che provo ogni volta che mi ritrovo davanti ad un foglio bianco: è la stessa di quando sono al gate di un aeroporto o dell'attesa di salire su un treno, con lo zaino in spalla. Fermento, curiosità e voglia di liberare la mente e il cuore verso nuovi orizzonti. Per me scrivere è come viaggiare: partire verso confini inesplorati e mete ignote e alla fine, tornare sempre diversi da come si è partiti.